Casetta

Alcune particolari discipline prevedono che attraverso esercizi e momenti di meditazione si possa arrivare a purificare la propria anima. Alla committente di questo progetto serviva esattamente uno spazio dove esercitare le sue pratiche, da realizzarsi all’interno del proprio giardino di città del Messico, ricco di piante e di alberi a alto fusto. La struttura aggira due blocchi di cemento ad L preesistenti, e si integra nell’ambiente naturale attraverso il legno e il vetro. Ricerca in questo modo la trasparenza, a cui si avvicina lasciando che gli elementi frontali in legno, più ampi, vadano ad assottigliarsi sui lati, scoprendo gli angoli e ampliando così la prospettiva verso l’esterno. Il vetro, utilizzato anche per la copertura orizzontale, rende la struttura leggera, in contrasto col muro di oltre cinque metri che circonda l’abitazione.  I due elementi di cemento vengono rivestiti anch’essi con il legno, in modo che fungano da sedute, in uno spazio che unisce la comodità e l’isolamento dell’interno, senza interrompere il contatto con tutto ciò che è naturale.